FANDOM


Pintel AWE
PINTEL
Informazioni biografiche
Specie

Umana

Sesso

Maschio

Etnia

Britannica

Occhi

Azzurri

Capelli

Grigi

Statura

1,63 m

Nascita

1701*

Morte

Sconosciuta

Parenti

Ragetti (nipote)

Professione

Pirata

Noto anche come

Pin
Belligerante omuncolo

Informazioni specifiche
Arma/i

Spada
Pistola

Navi capitanate o servite

Cobra (servita)
Perla Nera (servita)
Hai Peng (servita)

Affiliazioni

Royal Navy Britannica
Ciurma maledetta
Ciurma della Perla Nera (1728)

Dietro le quinte
Autore

Ted Elliott
Terry Rossio

Prima apparizione

La Maledizione della Prima Luna (2003)

Ultima apparizione

Ai Confini del Mondo (2007)

Interpretato da

Lee Arenberg

Doppiatore italiano

Gerolamo Alchieri

"Ti tieni Barbossa, il belligerante omuncolo e il suo amico occhio di legno pure."
Jack Sparrow a Cutler Beckett[src]

Pintel (1701* - ?) era un pirata attivo nei Caraibi nella prima metà del XVIII secolo, facente parte della ciurma della Perla Nera comandata dal pirata Jack Sparrow e da Hector Barbossa. Nei suoi molti viaggi, Pintel era spesso visto con il suo socio Ragetti.

Poco dopo essersi arruolato nella ciurma di Jack Sparrow a bordo della Perla Nera, Pintel e molti altri si unirono a Barbossa in un ammutinamento contro Jack. Pochi giorni dopo, la ciurma trovò il tesoro azteco maledetto di Cortés, divenendo maledetta. Essi passarono i successivi 10 anni nel tentativo di spezzare la maledizione, finché non venne spezzata da William Turner Jr., durante una battaglia contro la Royal Navy Britannica. Assieme al resto della ciurma, Pintel e Ragetti vennero arrestati e rinchiusi nelle prigioni di Port Royal da cui riuscirono però a fuggire. Un anno dopo, Pintel e Ragetti si unirono alla ciurma di Jack Sparrow a bordo della Perla Nera dopo essere scappati dai Pelegostos. Pintel e Ragetti parteciparono alla cerca del forziere fantasma sull'Isla Cruces. Dopo che Sparrow e la Perla Nera vennero affondati dal Kraken, Pintel si unì alla spedizione guidata dal redivivo Hector Barbossa per recuperare Jack dallo Scrigno di Davy Jones. Recuperato Sparrow, Pintel aiutò la Fratellanza Piratesca nella guerra contro la Compagnia Britannica delle Indie Orientali.

Pintel compare nei primi tre film della saga dove è interpretato da Lee Arenberg.

BiografiaModifica

PassatoModifica

Pintel nacque nel 1701 era il fratello del padre di Ragetti. Dopo che il padre di Ragetti finì disperso in mare Ragetti andò a vivere con suo zio. Un giorno, mentre loro due erano ubriachi, finirono di servizio nella Royal Navy Britannica. Dopo anni di percosse Pintel e Ragetti abbandonarono la Marina e si diedero alla pirateria nei Caraibi.

Al servizio di Hector BarbossaModifica

Vedi: Il prezzo della libertà

In seguito Pintel e Ragetti entrarono nella ciurma del Cobra, una piccola goletta pirata capitanata da Hector Barbossa. Pintel e Ragetti servirono Barbossa con fedeltà partecipando a molte scorrerie e battaglie in mare. Tuttavia il Cobra fu poi attaccato da una nave pirata che così facendo violò il Codice Piratesco. Pintel e Ragetti salvarono Barbossa dall'annegamento. Pochi giorni dopo Pintel e i sopravvissuti della ciurma trovarono un'isola deserta, dalla quale loro furono portati via da una nave pirata di passaggio. Pintel e gli altri furono poi portati a Tortuga dove incontrarono Don Rafael, il pirata nobile dei Caraibi. Dopo aver sentito la storia di Barbossa, Rafael li portò tutti sulla sua nave, la Venganza, e li portò alla Baia dei Relitti, dove Barbossa raccontò la sua storia ai pirati nobili lì presenti. Nei successivi mesi Barbossa e i suoi uomini stettero sull'isola. Sia Pintel che Ragetti furono presenti nella sala dei pirati quando Jack Sparrow informò i pirati nobili che la nave di pirati traditori che ha affondato il Cobra era la nave di Boris Palachnik, il pirata nobile del mar Caspio.

Nella ciurma di Jack SparrowModifica

Molti anni dopo, nel 1728, Pintel e Ragetti andarono a Tortuga la stessa notte in cui Capitan Jack Sparrow stava reclutando una ciurma per salpare verso l'Isla de Muerta e trovare il tesoro di Hernán Cortés. Pintel e Ragetti si unirono alla ciurma di Jack e a bordo della Perla Nera si ricongiunsero a Barbossa, che lavorava come primo ufficiale.

Ammutinamento e la maledizione Modifica

Tre giorni dopo l'inizio del viaggio Pintel prese parte ad un ammutinamento escogitato da Barbossa. Barbossa diventò il capitano della Perla Nera e abbandonò Jack su un'isola deserta con un pistola da un colpo. In seguito Barbossa e la sua ciurma raggiunsero l'Isla de Muerta e trovarono il tesoro con gli 882 identici pezzi. Loro presero il tesoro e solo dopo averlo sperperato in cibo, rum e piacevoli compagnie, furono maledetti da esso, venendo costretti a vivere come non-morti rivelando il loro vero aspetto sotto la luce della luna piena. Solo rimettendo gli 882 pezzi nel forziere e pagando con il sangue di chi ne aveva avuto uno, la maledizione sarebbe stata spezzata. Pintel fu maledetto come il resto della ciurma. Sputafuoco Bill Turner, un membro della ciurma, che si era già opposto all'ammutinamento contro Sparrow, disse che che tutti loro si erano meritati quella punizione per non aver dato ascolto a Sparrow; Barbossa, allora, fece legare Sputafuoco ad un cannone e lo fece gettare sul fondo del mare. Nei successivi dieci anni, la Perla Nera attaccò diverso insediamenti riuscendo a trovare tutti i medaglioni del tesoro meno uno, quello appartenente a Sputafuoco Bill Turner che era stato dato da Turner a suo figlio Will.

Nella ciurma maledetta di Hector Barbossa Modifica

Vedi: La Maledizione della Prima Luna

Attacco a Port Royal Modifica

250px-PintelinHouse

Pintel nel palazzo del governatore di Port Royal

Nel 1728, 10 anni dopo l'inizio della maledizione, la ciurma avvertì un richiamo dell'ultimo medaglione provenire da Port Royal, in Giamaica, ove si recò la notte stessa per recuperare l'ultimo medaglione. La Perla Nera intraprese un attacco alla cittadina e la ciurma, compresi Pintel e Ragetti, sbarcò per saccheggiare la città. Pintel e Ragetti guidarono l'attacco alla villa del governatore locale, ovvero il luogo da cui sentivano provenire il richiamo del medaglione azteco. Mentre gli altri membri della ciurma saccheggiavano il palazzo, Pintel e Ragetti si lanciano all'inseguimento di Elizabeth Swann, che ha il medaglione. I due pirati trovarono la ragazza nascosta dentro un armadio ma ella si appellò al parlay, una legge dal Codice Piratesco, secondo il quale i due non potevano farle del male finché i negoziati non fossero finiti e devono quindi portarla dal capitano. Quindi Pintel e Ragetti portano Elizabeth sulla Perla Nera. A bordo della Perla Nera Elizabeth propone di dare a Barbossa il medaglione del quale loro hanno bisogno in cambio della cessazione del loro attacco a Port Royal. Barbossa accetta e chiede a Elizabeth il suo nome ed Elizabeth dice di chiamarsi Turner. Tuttavia Barbossa approfitta del fatto che nel loro accordo Elizabeth non aveva menzionato di essere riportata a terra per portarla via. La Perla Nera parte quindi alla volta dell'Isla de Muerta.

La battaglia tra la Perla Nera e l'HMS Interceptor Modifica

Sull'Isla de Muerta dopo che Barbossa bagna il medaglione con il sangue di Elizabeth e lo lascia cadere nel forziere. Per provare che la maledizione sia stata spezzata, Barbossa spara a Pintel che non muore, rivelando così che la maledizione è ancora attiva. Quindi Barbossa e la ciurma scoprono che Elizabeth non è l'erede di William Turner. Inizialmente i membri della ciurma se la prendono con Pintel e Ragetti perché hanno preso la persona sbagliata per poi prendersela con Barbossa per averli portati in quel luogo. Quando Barbossa si accorge che Elizabeth è fuggita con il medaglione lui ordina alla ciurma di trovarla.

Cannon

Pintel e Ragetti a bordo della Perla Nera si preparano a far fuoco all'HMS Interceptor

Mentre la ciurma cercano i remi della barche con cui hanno raggiunto la grotta del tesoro, Pintel e Ragetti incontrano il loro ex-capitano Jack Sparrow, rimanendo stupiti nel vederlo ancora vivo. Dopo che Jack dice a Barbossa che lui sa di chi loro hanno bisogno per spezzare la maledizione loro partono all'inseguimento dell'HMS Interceptor. Più tardi scoppia una battaglia tra la Perla Nera e l'Interceptor e Pintel partecipa a tale battaglia. Alla fine Barbossa ottiene il medaglione e l'Interceptor viene distrutta. Trai i sopravvissuti della battaglia c'è anche Will Turner, vero erede di Sputafuoco Bill. Diretti nuovamente verso l'Isla de Muerta, Pintel racconta a Turner di Sputafuoco.

La battaglia finale all'Isla de Muerta Modifica

Pintel in a dress

Pintel su una scialuppa vestito da donna per distrarre gli uomini della HMS Dauntless

Nella grotta del tesoro dell'Isla de Muerta quando Barbossa sta per uccidere Will per spezzare la maledizione lui viene fermato da Jack Sparrow, fuggito dall'isola grazie all'HMS Dauntless. Jack informa Barbossa e la ciurma della presenza militare britannica fuori dall'isola e con un accordo diventa un alleato di Barbossa (anche se è tutta una finzione). Barbossa ordina alla ciurma di mettersi in marcia e Pintel e Ragetti vengono costretti a indossare degli abiti da donna per distrarre gli uomini a bordo della Dauntless mentre il resto della ciurma cammina sott'acqua per tendere un'imboscata agli uomini sulla Dauntless. Pintel e Ragetti tengono degli ombrelli per proteggersi dalla luce della luna e riescono a distrarre gli uomini sulla Dauntless su cui scoppia una battaglia.
262px-Pintel Cursed

Pintel maledetto durante la battaglia a bordo dell'HMS Dauntless

Più tardi Pintel e Ragetti salgono a bordo della Dauntless e sparano delle cannonate alle barche del commodoro Norrington e dei suoi uomini. Poi Pintel e Ragetti combattono sul ponte della Dauntless e si accorgono che la ciurma dell'Interceptor se ne sta andando via con la Perla Nera. Alla fine Jack Sparrow e Will Turner spezzano la maledizione e Jack uccide Barbossa. Sulla Dauntless i pirati si rendono conto di non essere più invulnerabili e si arrendono ai soldati britannici. Due soldati, Mullroy e Murtogg, puntano i loro fucili a Pintel e Ragetti.

Fuga da Port Royal Modifica

Pintel e Ragetti e il resto della ciurma vengono imprigionati e riportati a Port Royal dove vengono condannati a morte per i loro crimini. Tuttavia, mentre sono rinchiusi nelle celle di Fort Charles, Pintel riesce a farsi dare le chiavi della cella dal cane che le custodiva e fuggono via con esso. Trovata un'imbarcazione, i due e il cane fuggono dalla Giamaica recandosi a Tortuga.

Ritorno nella ciurma di Jack Sparrow Modifica

Vedi: La Maledizione del Forziere Fantasma

Il forziere fantasma Modifica

PinRagettiAtSeaPromo

Il cane della prigione, Pintel e Ragetti a bordo della scialuppa diretti verso l'Isola dei Pelegostos.

Un anno dopo, Pintel e Ragetti sentono una voce che circolava in quei giorni: era stata avvistata una nave dalle vele nere sull'Isola dei Pelegostos, un'isola nelle regioni occidentali dei Caraibi. Sperando che si tratti della Perla Nera, la loro vecchia nave, il duo si procura una scialuppa e parte, assieme al loro fido cane, alla volta di quest'isola. Giorni dopo, Pintel e Ragetti trovano la Perla Nera arenata sulla spiaggia dell'isola dei Pelegostos. I tre raggiungono la spiaggia. Grazie alla marea, Pintel e Raggetti riescono in poche ore a rimettere la nave in acqua levando gli ormeggi. Tuttavia, alla fine, la ciurma della Perla Nera Will Turner e Jack Sparrow, in fuga dalla tribù dei cannibali Pelegostos, tornano alla nave per fuggire dall'isola. Sparrow sembra non essere contro il fatto di avere Pintel e Ragetti nella sua ciurma.

37f146ff9fb0032843bfb56857bd80a4

Ragetti, Joshamee Gibbs e Pintel ascoltano la storia di Davy Jones nella baracca di Tia Dalma

Più tardi la Perla Nera fa rotta verso Cuba, dove Jack ha intenzione di incontrare Tia Dalma, la sacerdotessa vodoo, per ottenere informazioni sul forziere fantasma. Tia Dalma rivela loro che il forziere contiene il cuore ancora pulsante di Davy Jones, il capitano dell'Olandese Volante. Grazie a Tia Dalma, Jack riesce a scoprire dove si trova l'Olandese Volante. Più tardi la Perla Nera giunge ad una nave distrutta. Will, credendo che la nave sia l'Olandese Volante, decide di andare a bordo per trovare la chiave del forziere, tuttavia viene catturato dalla ciurma del vero Olandese Volante, giunto sul posto successivamente. Pintel è presente quando Jack Sparrow stringe il suo accordo con Davy Jones: Jack gli porterà 99 anime entro tre giorni e in cambio Jones salderà il suo debito. Poi Jack si dirige a Tortuga per trovare le 99 anime. La Perla Nera salpa poi verso una rotta sconosciuta per trovare il forziere fantasma con le nuove reclute tra cui ci sono anche Elizabeth Swann e l'ex-commodoro James Norrington.
250px-Pintel

Pintel dopo aver visto l'Olandese Volante

Tre giorni dopo, la Perla Nera arriva all'Isla Cruces. Qui, Sparrow, Elizabeth, Norrington, Pintel e Ragetti sbarcano con una scialuppa. Pintel e Ragetti sono incaricati di badare alla barca. Mentre Pintel e Ragetti si occupano della barca vedono l'Olandese Volante andare sott'acqua e abbandonano il luogo per tornare da Jack. Loro arrivano quando Jack, Will Turner e Norrington stanno combattendo per il forziere. Pintel riesce a convincere Ragetti a rubare il forziere. Quindi loro due se ne vanno con il forziere ma Elizabeth li raggiunge. Quando i due sono sul punto di attaccare Elizabeth i membri della ciurma dell'Olandese Volante arrivano e Pintel e Ragetti fuggono lasciando cadere il forziere.
250px-RagettiandPintelwithchest

Pintel e Ragetti con il forziere fantasma sull'Isla Cruces

Pintel, Ragetti ed Elizabeth combattono con i membri della ciurma di Davy Jones usando due spade mentre Jack Sparrow prende il cuore dal forziere e lo chiude. Poi Pintel e Ragetti fuggono riprendendo il forziere. Sulla spiaggia dell'isola i due cercando di scappare con la scialuppa con cui hanno raggiunto l'isola ma vengono fermati da Will Turner. Alla fine Norrington, che prende il cuore dal barattolo di terra dato da Tia Dalma a Jack, prende il forziere e si fa inseguire dagli uomini di Jones mentre Jack, Elizabeth, Will, Pintel e Ragetti tornano a bordo della Perla Nera.
PintelShack

Pintel accetta di andare a salvare Jack

Poco dopo essere tornati l'Olandese Volante esce dall'acqua e Jack scopre che il cuore non è nel suo barattolo di terra. Dopo che la Perla Nera riesce a sfuggire all'Olandese Volante Davy Jones evoca la bestia al suo servizio, il Kraken, che attacca la Perla. Pintel partecipa alla battaglia con il Kraken ed è uno dei pochi membri della ciurma a sopravvivere (gli altri sono Ragetti, Gibbs, Marty, Cotton e il suo pappagallo). Poi Pintel fugge con Will, Elizabeth e i sopravvissuti della ciurma su una scialuppa mentre il Kraken affonda la Perla Nera con Jack Sparrow a bordo. Più tardi Pintel e gli altri tornano nella baracca di Tia Dalma dove accettano la sua proposta di intraprendere un viaggio ai confini del mondo per recuperare Jack e la Perla, sotto il comando del redivivo Hector Barbossa, resuscitato da Tia Dalma.

La guerra contro la pirateria Modifica

Vedi: Ai Confini del Mondo

Singapore Modifica

Nell'estate del 1729, due mesi dopo l'attacco del Kraken e la perdita di Jack Sparrow, Hector Barbossa, Will Turner, Elizabeth Swann, Tia Dalma e i sopravvissuti della ciurma della Perla Nera si dirigono a Singapore per cercare di ottenere le carte nautiche di Sao Feng, uno dei nove pirati nobili, che sono la rotta ai confini del mondo. Mentre Barbossa ed Elizabeth vanno da Sao Feng e Will cerca di rubare le carte nel tempio dello zio di Feng, Pintel e gli altri si infiltrano nei sotterranei della casa bagno di Feng per aiutare Barbossa ed Elizabeth qualora tutto vada per il peggio. Quando Feng e i suoi uomini stanno per attaccare Barbossa e i suoi uomini per averlo ingannato sul fatto che non conoscevano il ladro della carte, che è Will, Pintel e gli altri lanciano delle spade attraverso le fessure del pavimento e Barbossa ed Elizabeth le afferrano al volo. Quando i soldati della Compagnia Britannica delle Indie Orientali irrompono nella casa di Feng scoppia una battaglia che si sposta poi nelle strade di Singapore. Pintel partecipa alla battaglia contro i soldati della Compagnia. Alla fine Will riesce a ottenere una nave, la Hai Peng, e le carte nautiche di Sao Feng per partire alla volta dei confini del mondo.

Lo Scrigno di Davy Jones Modifica

350px-Jack, Pintel and Rigetti on icy sea

Pintel con Ragetti e Jack la scimmia nelle lande ghiacciate

Più tardi la Hai Peng giunge in lande ghiacciate e desolate dell'estremo sud e poi alle cascate poste ai confini del mondo. La Hai Peng precipita nelle cascate con tutta la ciurma finendo nello Scrigno di Davy Jones. Qui ritrovano Jack Sparrow e la Perla Nera. A bordo della Perla, Jack e Barbossa litigano per avere il comando della Perla e Pintel Quella notte Pintel e Ragetti vedono delle anime nelle acque dello Scrigno e decidono di gettargli delle palle di cannone. Tuttavia Tia Dalma glielo impedisce raccontandogli la storia di Davy Jones. Il giorno dopo Jack, osservando le mappe, capisce che per tornare nel mondo dei vivi bisogna far capovolgere la nave. Mentre Jack e la ciurma fanno rollare la nave Pintel e Ragetti si legano all'albero di prua al contrario pensando di ritrovarsi in senso opposto nel mondo dei vivi. Alla fine, la Perla Nera riemerge dall'acqua tornando nel mondo dei vivi. Poco dopo c'è una discussione tra Jack e Barbossa, che vuole che Jack sia presente al quarto consiglio della Fratellanza Piratesca. Poi la ciurma realizza che le polveri delle loro pistole sono bagnate. Pintel propone di usarle come clave.

Alleanze e tradimenti Modifica

280px-IMG 0871

Pintel e Ragetti osservano il cadavere del Kraken su Black Sand Beach

Poi la Perla Nera raggiunge un'isola con una sorgente d'acqua (Black Sand Beach) per rifornirsi. Sull'isola la ciurma trova il cadavere del Kraken. Mentre esplorano l'isola, l'Empress, la nave di Sao Feng, giunge sul luogo. Jack, Barbossa e la ciurma vengono portato a bordo della Perla Nera. L'accordo di Will con Sao Feng per ottenere la Perla Nera viene rivelato.
1025 16

Pintel, Ragetti, Marty, la scimmia Jack sono coloro che hanno deciso di andare a salvare Jack Sparrow perché sentivano la sua mancanza.

Poco dopo arriva anche l'HMS Endeavour, la nave di Lord Cutler Beckett, governatore della Compagnia Britannica delle Indie Orientali, e Jack viene portato a bordo. Ian Mercer, il braccio destro di Beckett, che aveva stretto un accordo con Feng secondo il quale Feng gli avrebbe consegnato Jack Sparrow e la sua ciurma e Mercer gli avrebbe dato la Perla Nera, rinnega il suo accordo con Feng e dichiara la Perla proprietà della Compagnia. Barbossa fa un accordo con Feng facendogli credere che Elizabeth Swann sia la dea del mare Calypso in forma umana. Feng chiede che Elizabeth le venga consegnata. Poco dopo l'Empress e la Perla Nera lanciano un attacco all'Endeavour e Jack ne approfitta per scappare e tornare sulla Perla che parte alla volta della Baia dei Relitti.

Il quarto consiglio della Fratellanza Modifica

350px-Pintel&Gibbs

Pintel con Gibbs durante il quarto consiglio della Fratellanza

Pintel è poi presente durante il quarto consiglio della Fratellanza alla Baia dei Relitti. Durante il consiglio, Joshamee Gibbs racconta a Pintel la storia dei pezzi da otto. Al termine del consiglio, Elizabeth Swann viene eletta re dei pirati grazie a Jack Sparrow e ordina a tutti i pirati di preparare la navi per la battaglia finale.

La liberazione di Calypso e la battaglia del maelstrom Modifica

"Beh, non è di grande aiuto! Che facciamo?"
"Niente. Abbiamo perso anche l'ultima speranza.
"
―Pintel ed Hector Barbossa poco prima della battaglia del maelstrom[src]
350px-Pintel Ragetti Cannon AWE

Pintel e Ragetti ai cannoni della Perla Nera durante la battaglia del maelstrom

Il giorno dopo le due flotte si incontrano ma i pirati sono in grande minoranza rispetto alla Compagnia Inglese delle Indie Orientali. Pintel è poi presente quando Calypso (che è Tia Dalma) viene liberata da Barbossa con l'aiuto di Ragetti. Dopo che Calypso viene liberata lei si trasforma in migliaia di granchi che finiscono in mare. Elizabeth riesce a convinvcre i pirati a combattere con un discorso. Poco dopo Calypso scatena un temporale e poi crea un gigantesco maelstrom. Beckett ordina all'Olandese Volante di attaccare la Perla Nera e inizia così una battaglia tra la Perla Nera e l'Olandese Volante.
350px-Aww

Pintel e Ragetti assistono al bacio tra Elizabeth Swann e Will Turner

Durante la battaglia del maelstrom Pintel e Ragetti stanno nel ponte di batteria dove fanno fuoco assieme agli altri cannonieri contro l'Olandese. I due salvano Will Turner sparando Jack la scimmia con un cannone in faccia a Maccus. Pintel e Raggetti sparano poi due palle di cannone legate con una catena per liberare la Perla dall'Olandese, permettendo alla Perla di uscire dal maelstrom mentre l'Olandese Volante affonda nel vortice. In seguito poco prima che la Perla Nera e l'HMS Endeavour possano combattere l'Olandese Volante esce dall'acqua ed è ora capitanato da Will Turner (che ha pugnalato il cuore di Davy Jones dovendone prendere il posto). Le due navi affiancano l'HMS Endeavour su entrambi i lati e la prendono in un fuoco crociato. Lord Cutler Beckett non riesce a dare l'ordine di rispondere al fuoco e alla fine le continue cannonate fanno saltare il reparto di polvere da sparo dell'Endeavour, che esplode. Beckett muore nell'esplosione della sua nave.

Secondo ammutinamento contro Sparrow Modifica

300px-Pintel Ragetti Murtogg Mullroy Marty AWE

Pintel con Ragetti, Marty, Mullroy e Murtogg a bordo della Perla Nera poco dopo il secondo ammutinamento contro Jack Sparrow.

Dopo la morte di Beckett la flotta della Compagnia si ritira e i pirati festeggiano la loro vittoria sul nemico. Pintel rimane a bordo della Perla Nera quando Barbossa lascia Jack Sparrow e Gibbs a Tortuga. A bordo, Pintel e alcuni membri della ciurma (Ragetti, Marty, Mullroy e Murtogg) si sentono in colpa per aver lasciato Jack indietro di nuovo ma provano a confortarsi pensando alla loro prossima destinazione: Fonte della Giovinezza. Tuttavia, quando Barbossa apre le carte che indicano la rotta per la fonte, scopre che Jack Sparrow ha rubato la mappa.

L'attacco di Barbanera Modifica

Nel 1746, anni dopo, la Perla Nera fu attaccata dalla Queen Anne's Revenge, la nave di Barbanera, vicino alle coste dell'Isola di Hispaniola. Barbanera, grazie ai suoi poteri voodoo della sua spada, riuscì a portare in vita il cordame della Perla che legò l'equipaggio della nave stessa, permettendo a Barbanera di catturare tutto l'equipaggio superstite e, successivamente la Perla stessa, rinchiudendola in una bottiglia magica. Il destino di Pintel è Ragetti è ignoto.

Dietro le quinte e curiositàModifica

  • Pintel è stato interpretato da Lee Arenberg nei primi tre film di Pirati dei Caraibi.
  • Il nome di Pintel non viene mai menzionato, tranne in alcune scene di Ai Confini del Mondo.
  • Sia Lee Arenberg che Mackenzie Crook (Ragetti) hanno confermato che Pintel e Ragetti sono parenti. Entrambi gli attori, provando ad immaginare il passato di questi due personaggi, dissero che i loro nomi completi erano Abner Pintel e Terry Ragetti e che Ragetti era il figlio della sorella di Pintel. Tuttavia, poiché queste informazioni non compaiono in alcun materiale ufficiale di Pirati dei Caraibi, è sconosciuto se tali informazioni siano canoniche o meno.
  • Durante la produzione di Oltre i Confini del Mare (2011) Pintel e Ragetti avrebbero dovuto fare un'apparizione. Terry Rossio pensò ad una sottotrama in cui Pintel e Ragetti appartenevano a due diverse ciurme: uno a quella della HMS Providence sotto il comando di Barbossa e l'altro nella ciurma di Barbanera. Entrambi dovevano credere che l'altro fosse morto per poi ricongiungersi nella battaglia alla Fonte della Giovinezza. Tuttavia, il regista Rob Marshall decise di non optare per quest'idea.
  • Nello sviluppo di La Vendetta di Salazar (2017) Pintel e Ragetti avrebbero dovuto fare un'apparizione. In un prima idea, essi avrebbero dovuto far parte della ciurma di Barbossa a bordo della Queen Anne's Revenge. Tuttavia, prima dell'inizio delle riprese, sia Lee Arenberg che Mackenzie Cook dissero di non essere interessati a riprendere i propri ruoli.
  • In una scena eliminata di La Maledizione della Prima Luna, Pintel diceva di essere omosessuale dicendo di essere solito a uscire con un eunuco. Tuttavia, questa scena è stata poi cancellata.