FANDOM


Gibbs 5
JOSHAMEE GIBBS
Informazioni biografiche
Specie

Umana

Sesso

Maschio

Etnia

Britannica

Occhi

Azzurri

Capelli

Grigi scuri

Statura

1,78 m

Nascita

1682, Bristol (Inghilterra)

Morte

Sconosciuta

Professione

Marinaio della Royal Navy Britannica (ex)
Pirata
Porcaro a Tortuga
Primo ufficiale della Perla Nera

Abilità

Abile marinaio
Forza fisica notevole

Informazioni specifiche
Arma/i

Armi di Joshamee Gibbs

Navi capitanate o servite

HMS Dauntless (servita)
HMS Interceptor (servita)
Perla Nera (servita, primo ufficiale)
Hai Peng (servita)
HMS Providence (prigioniero)
Dying Gull (servita poi capitanata)

Affiliazioni

Royal Navy Britannica
Ciurma della Perla Nera (1728)
Ciurma della HMS Providence
Ciurma del Dying Gull
Ciurma della Perla Nera (1751)

Dietro le quinte
Autore

Ted Elliott
Terry Rossio

Prima apparizione

La Maledizione della Prima Luna (2003)

Ultima apparizione

La Vendetta di Salazar (2017)

Interpretato da

Kevin McNally

Doppiatore italiano

Saverio Indrio

"Ve l'ho detto! Mi chiamo Gibbs! Joshamee Gibbs!"
―Joshamee Gibbs[src]

Joshamee Gibbs (Bristol, 1682[1] - ?) era un pirata britannico che operò nei Caraibi nel XVIII secolo. Era un compagno di vecchia data e fedele primo ufficiale di Capitan Jack Sparrow. Uomo acuto, narratore di storie e molto superstizioso, questo veterano lupo di mare era un abile marinaio che si ritrovava spesso in situazioni pericolose. Spesso confuso, ma sempre affidabile, Gibbs aveva una conoscenza enciclopedica in ogni sorta di leggenda marinaresca dei sette mari e un forte gusto per il rum.

Una volta un marinaio della Royal Navy Britannica di Sua Maestà e successivamente un pirata entusiasta, Joshamee Gibbs era un uomo che conosceva la propria strada attraverso tutti gli oceani e tutti i pub. Gibbs era il compagno più fedele di Jack e che si preoccupava del valore della Perla Nera tanto quanto Jack. In diverse occasioni, Gibbs servì sotto il rivale di Sparrow, il capitano Hector Barbossa, tuttavia non gli fu mai tanto fedele quanto lo fu nei confronti di Jack Sparrow. Pur essendo un pirata, quindi un criminale, Gibbs era particolarmente civile e clemente, rispettando anche con zelo il Codice Piratesco.

Egli seguì Capitan Sparrow in molte delle sue avventure. Tra queste si ricordano la cerca dell'Isla de Muerta per la riconquista della Perla Nera e la cerca del forziere fantasma. Gibbs si unì poi, assieme a Capitan Barbossa e a Jack alla guerra della Fratellanza Piratesca contro la Compagnia delle Indie Orientali. Anni dopo, Gibbs prese parte alla cerca della leggendaria della Fonte della Giovinezza e successivamente quella del tridente di Poseidone.

Joshamee Gibbs compare in tutti e cinque gli episodi dove è interpretato da Kevin McNally.

Biografia

Passato

Joshamee Gibbs nacque nel 1682 a Bristol, in Inghilterra. Raggiunta la maggiore età, Joshamee, divenuto un abile marinaio, si arruolò nella Royal Navy Britannica. In seguito Jack Sparrow e suo padre, il Capitano Edward Teague, furono catturati dalla Marina Britannica. Gibbs, amico di Teague, li aiutò a fuggire dalle loro celle segretamente. Lui era molto clemente con i pirati e mantenne una delle caratteristiche tipiche dei pirati:bere il rum.

Al servizio della Marina Britannica

Viaggio dall'Inghilterra

Gibbs Dauntless

Joshamee Gibbs a bordo della HMS Dauntless.

Tempo dopo Gibbs viene posto a lavorare sulla HMS Dauntless portando a bordo Weatherby Swann e sua figlia Elizabeth Swann verso Port Royal. Durante il viaggio Elizabeth canta una canzone sui pirati e Gibbs le si avvicina e le dice che queste canzoni potrebbero attirare a loro i pirati. Poi interviene il tenente James Norrington che fa tornare Gibbs al suo posto. In seguito dopo che l'equipaggio dell'HMS Dauntless salva un ragazzo che stava in acqua scorge una nave mercantile distrutta e secondo Gibbs sono stati i pirati a distruggere quella nave.

Vita pirata

Nei seguenti 8 anni, Joshamee abbandonò la Royal Navy e sviluppò una paura tale per la pirateria che pensò che l'unico modo per placare questa paura fosse proprio diventare un lui stesso un pirata. Egli decise così di diventare un pirata trasferendosi a Tortuga. Negli anni successivi Gibbs conobbe meglio Jack Sparrow e venne anche a conoscenza dell'ammutinamento causato dal suo primo ufficiale Hector Barbossa a bordo della Perla Nera e del tesoro maledetto dell'Isla de Muerta.

Primo ufficiale di Jack Sparrow (1728-1729)

Viaggio per l'Isla de Muerta

Joshamee Gibbs: "Allora, qual'è la natura dell'impresa sta volta?"
Jack Sparrow: "Sono sulle tracce della Perla Nera. So dove trovarla e come conquistarla."
Joshamee Gibbs: "Jack, è uno sforzo inutile. Tu sai meglio di me le cose che si raccontano sulla Perla Nera."
Jack Sparrow: "Ma so anche quello che Barbossa ha intenzione di fare. Ora mi serve una ciurma."
Joshamee Gibbs: "A quanto ne so Capitan Barbossa non è un uomo che tollera gli sciocchi o che ci stringa patti."
— Conversazione nella taverna La Sposa Fedele[src]
325px-Gibbs with the pigs

Joshamee nel porcile di Tortuga rivede Jack Sparrow

 Nel 1728, dopo che Jack Sparrow e Will Turner fuggono da Port Royal a bordo dell'HMS Interceptor loro si dirigono a Tortuga per reclutare una ciurma.Qui Jack e Will trovano Gibbs che dorme in un porcile nel fango. Dopo averlo svegliato, Jack porta Joshamee alla taverna La Sposa Fedele dove gli espone il suo piano di recuperare la Perla Nera usando come scambio il giovane Will Turner, l'erede di Sputafuoco Bill Turner, del cui sangue Barbossa e la sua ciurma hanno bisogno per spezzare la maledizione a cui sono sottoposti. Anche se all'inizio riluttante, Gibbs accetta il piano di Jack e gli recluta una ciurma. 

Will e Gibbs Interceptor

William Turner Jr. e Joshamee Gibbs a bordo dell'Interceptor.

Il giorno dopo Gibbs mostra a Jack Sparrow i marinai che è riuscito a reclutare per poi partire alla volta dell'Isla de Muerta a bordo dell'Interceptor. Durante il viaggio Joshamee stringe amicizia con Turner, raccontandogli la storia di Jack Sparrow quando era capitano della Perla Nera e dell'ammutinamento di Barbossa contro Jack. Poi Jack dice che lui andrà nell'isola con Will e Gibbs chiede a Jack cosa devono fare se accade il peggio e Jack gli dice che devono seguire il codice. Tuttavia Will salva Elizabeth e lascia indietro Jack e Gibbs,dovendo attenersi al codice, Gibbs è costretto a partire senza Jack. 

Lo scontro tra l'Interceptor e la Perla Nera

Vedi in dettaglio: Cattura dell'Interceptor
PiratesOTCaribbean 241Pyxurz

Gibbs ordina di gettare il carico inutile fuori bordo per far aumentare la velocità all'Interceptor

Più tardi la Perla Nera raggiunge l'Interceptor. Gibbs e Anamaria si danno da fare al massimo per far aumentare la velocità dell'Interceptor pur di sfuggire alla Perla. Tuttavia lo scontro è inevitabile e scoppia così una battaglia tra le due navi. Gibbs partecipa alla battaglia durante la quale combatte contro alcuni membri della ciurma di Barbossa. Alla fine Gibbs e il resto della ciurma (tranne Will che è rimasto intrappolato nell'Interceptor) viene fatto prigioniero sulla Perla Nera mentre invece l'Interceptor viene distrutto ma Will riesce a sopravvivere.

Prigioniero di Barbossa

Poi Will sale sulla Perla Nera e rivela di essere il figlio di Sputafuoco Bill Turner,il cui sangue serve a spezzare la maledizione del tesoro dell'Isla de Muerta.Will minaccia di uccidersi e Babrbossa è costretto a fare ciò che dice Will. Will gli ordina di liberare Elizabeth e la ciurma dell'Interceptor. Alla fine Barbossa abbandona Jack ed Elizabeth sulla stessa isola dove lo abbandonò una volta mentre rinchiude la ciurma e Will in cella. In seguito Babrbossa e i suoi uomini tornano all'Isla de Muerta con Will per spezzare la maledizione lasciando a guardia della nave Grapple e Mallot e lasciando Gibbs e gli altri in cella.

Il recupero della Perla Nera

Più tardi, mentre infuria la battaglia sulla HMS Dauntless tra i pirati maledetti di Barbossa e i soldato britannici e all'Isla de Muerta tra Jack e Barbossa, Elizabeth Swann, fuggita dall'isola grazie all'HMS Dauntless, va sulla Perla Nera dove fa cadere in mare la scimmia Jack e i due uomini di Barbossa a guardi della nave. Liberati Gibbs e gli altri della ciurma di Sparrow, Elizabeth gli chiede aiuto per salvare Will, tuttavia Gibbs e gli altri la lasciano all'Isla de Muerta e se ne vanno con la Perla Nera. In seguito Jack con l'aiuto di Will spezza la maledizione e uccide Barbossa.
350px-Gibbs, Cotton, and Jack

Gibbs con Cotton dopo aver recuperato Jack Sparrow

Joshamee Gibbs e la ciurma decidono di andare a salvare Jack Sparrow ed il giorno seguente arrivano a Port Royal per recuperarlo. Jack, scampato dall'impiccagione grazie a Will Turner, cade dagli spalti di Fort Charles finendo in mare, dove viene recuperato dalla Perla Nera. A bordo Jack viene accolto da Gibbs e dal resto della ciurma che salpano poi, con la Perla Nera, verso nuove avventure. Quindi Gibbs resta a bordo della Perla Nera come primo ufficiale.

Nuove avventure

Marty : "Hai notato? Il capitano si comporta in modo strano...più strano."
Joshamee Gibbs: "Fare vela senza sapere la rotta...qualcosa assilla Jack. E ben so che ciò che porta guai a Jack Sparrow porta guai a tutti noi."
Marty e Joshamee Gibbs[src]
Nel 1729, un anno dopo, Jack si infiltra in una prigione turca per ottenere informazioni sul forziere fantasma. Gibbs, non conoscendo il vero motivo della missione del suo capitano, lo attende assieme alla ciurma a bordo della Perla Nera. Quando Jack torna sulla Perla, Gibbs si dice d'accordo con il resto della ciurma a far notare a Sparrow che è ormai passato tanto tempo dall'ultima impresa di onesta pirateria e che sperano di tornare a vedere dei veri bottini nuovamente. Capitan Sparrow mostra poi a Joashamee e al resto della ciurma la loro prossima destinazione: trovare una chiave raffigurata su un pezzo di stoffa ottenuto nella prigione turca. Sempre tenedo all'oscuro la ciurma dell'identità su quella chiave e le sue intenzioni, Jack fornisce una mata senza dare indicazioni sulla destinazione. Sia Gibbs che gli altri rimangono perplessi sul comportamento misterioso di Jack.

L'Isola dei Pelegostos

350px-Gibbs Bonecage

Gibbs in una delle gabbie dei Pelegostos

Giorni dopo, durante la notte, Jack Sparrow sveglia tutti ordinando di fare immediatamente verso una qualsiasi terra. Gibbs, allora, gli chiede se hanno qualcosa che li insegue, ma Jack taglia corto dicendo di no. La Perla Nera approda sull'isola più vicina:l'isola dei Pelegostos, abitata da una tribù cannibale, che pensano che Jack sia un dio in forma di uomo e intendono divorarlo per liberarlo dalla sua prigione di carne. Alcuni membri della ciurma vengono divorati, mentre, su ordine di Sparrow, Gibbs e altri vengono risparmiati e rinchiusi nelle gabbie per essere mangiati nei giorni successivi. Gibbs viene rinchiuso in una gabbia assieme a Cotton, Marty, Lejon, Ho-Kwan e poi anche William Turner Jr., arrivato anche lui sull'isola qualche giorno dopo. Joshamee, Sparrow, Turner e i pochi sopravvissuti riescono a fuggire dai Pelegostos tornando a bordo della Perla.

Tia Dalma

Gibbs parla a Will Turner del Kraken

Gibbs parla a Will Turner del Kraken durante la risalita del fiume Pantano.

In seguito, la Perla Nera fa vela verso Cuba, dove Jack Sparrow ha intenzione di incontrare Tia Dalma, una sua vecchia conoscenza. Jack, Gibbs, Will Turner e gli altri membri della ciurma, sbarcano a terra e, risalendo il fiume Pantano, Gibbs racconta a Will la leggenda del Kraken, il mitico calamaro gigante al servizio di Davy Jones. Arrivati alla baracca di Tia Dalma, ella spiega a Jack e i compagni la storia di Davy Jones e gli dà indicazioni su dove trovarlo.

Davy Jones

Poi loro trovano una nave distrutta e l'Olandese Volante. Successivamente, Joshamee è presente quando Jack Sparrow e Davy Jones stipulano il loro patto: Jack dovrà portare a Jones 100 anime entro tre giorni al posto della sua prendendo Will come anticipo. Dopo che Jones e i suoi uomini se ne vanno, la Perla fa rotta verso Tortuga per arruolare queste 99 anime.

Tortuga

ImagesCADZTIKC

Joshamee Gibbs e Jack Sparrow incontrano Elizabeth Swann a Tortuga.

A Tortuga, nella taverna I Dodici Pugnali, Gibbs e Jack arruolano le 99 anime che serviranno per pagare il debito di Jack con Davy Jones. Tra esse vi è anche l'ex-commodoro James Norrington, che dopo aver fatto scoppiare una rissa nella taverna cercando di uccidere Jack, viene arruolato nella ciurma. A loro si unisce anche Elizabeth Swann che è alla ricerca del suo amato Will.

Il Kraken e la perdita del capitano

Gibbs al timone

Joshamee Gibbs con Cotton al timone della Perla Nera.

Dopo la spedizione sull'Isla Cruces, Joshamee Gibbs partecipa alla battaglia contro il Kraken a bordo della Perla Nera. Dopo che Jack fa esplodere un carico di barili di polvere da sparo e di rum, il calamaro gigante si allontana brevemente dalla Perla. Capitan Sparrow, visti gli ingenti danni subiti dalla nave ormai prossima all'affondamento, ordina a Gibbs e agli altri sopravvissuti (Will Turner, Elizabeth Swann, Cotton e il suo pappagallo, Marty, Pintel e Ragetti) di abbandonare la nave. Elizabeth inganna Jack Sparrow e lo incatena all'albero della Perla e poi fa credere a Gibbs e agli altri che Jack ha scelto di rimanere con la sua nave. Dopo che la scialuppa si allontana dalla nave, essa viene affondata dal Kraken con Jack ancora a bordo.
" Già...il mondo sembra già aver perso un pò della sua lucentezza. Ci ha imbrogliati tutti fino all'ultimo, ma alla fine ha prevalso la sua onestà. A Jack Sparrow!"
―Joshamee Gibbs brinda a Jack Sparrow dopo la sua morte [src]
350px-Crew waiting for a new captain

Joshamee e gli altri sopravvissuti aspettano di vedere il loro nuovo capitano

Pochi giorni dopo i sopravvissuti arrivano Cuba e risalendo il fiume Pantano, tornano alla baracca di Tia Dalma. Qui Joshamee, addolorato per la morte del caro amico e capitano, propone un brindisi in onore di Jack. Tia Dalma chiede loro se sono disposti a salvare Jack se si può fare qualcosa e Gibbs dice di sì insieme agli altri. Poi Tia Dalma gli dice che se vorranno sfidare le infestate coste ai confini del mondo avranno bisogno di una capitano: il redivivo Hector Barbossa.

Recuperare Jack Sparrow (estate 1729)

Singapore

330px-AWEMotleyCrewBoilerroom

Gibbs e la ciurma si infiltrano nel nascondiglio di Sao Feng.

Due mesi dopo, Gibbs, Will, Elizabeth,Tia Dalma e gli altri sopravvissuti della Perla Nera si dirigono a Singapore per incontrare il pirata nobile Sao Feng dal quale ottenere le carte nautiche, la rotta ai confini del mondo. A loro servono le carte per raggiungere lo Scrigno di Davy Jones dove si trova Jack Sparrow. Mentre Elizabeth e Barbossa vanno a parlare di persona con Sao Feng e Will prova a rubare le carte,Gibbs, Marty, Cotton, Pintel e Ragetti si infiltrano nei sotterranei del nascondiglio così da aiutare Elizabeth e Barbossa se tutto va per il peggio. Gibbs e gli altri partecipano alla successiva battaglia con i soldati di Mercer. Dopo ciò, Barbossa, Elizabeth, Will, Gibbs, gli altri membri della ciurma di Sparrow e alcuni uomini di Sao Feng, si imbarcano sulla Hai Peng per fuggire da Singapore e per fare vela verso i confini del mondo.

Lo Scrigno di Davy Jones

Gibbs-elizabeth-will-and-barbossa

Gibbs, Elizabeth Swann, Hector Barbossa e Will Turner osservano l'arrivo di Jack Sparrow nello Scrigno di Davy Jones.

Raggiunto lo Scrgno di Davy Jones, la ciurma ritrova Jack Sparrow e la Perla Nera. Inizialmente Jack crede che Gibbs e gli altri siano allucinazioni, rimproverando Gibbs di non mantenere la disciplina a bordo della Perla, tuttavia dopo aver realizzato di sfasare, Jack si imbarca con Barbossa, Gibbs e gli altri a bordo della Perla. In assenza di vento, la Perla Nera rischia di non uscire più dal mondo dei morti, rimanendo per sempre nello Scrigno, tuttavia la nave, grazie a Jack Sparrow riesce a tornare nel mondo dei vivi.

Alleanza e tradimenti

Poco dopo Barbossa, Jack, Will, Elizabeth e Gibbs si puntano le pistole a vicenda e Barbossa vuole che Jack prenda parte al Consiglio della Fratellanza. Poi scoprono che le polveri sono bagnate. In seguito loro sbarcano su un'isola (Black Sand Beach) per fare provvista d'acqua. Più tardi arriva Sao Feng con la sua nave che rompe il suo precedente accordo con Will e consegna Jack Sparrow e i suoi compagni a Lord Cutler Beckett. Nel frattempo, Barbossa stringe un accordo con Feng: se Sao Feng aiuterà la Perla Nera a liberarsi dalla nave di Beckett, Barbossa gli consegnerà la dea Calypso (che Barbossa fa credere essere Elizabeth Swann). Alla fine l'Empress, la nave di Feng, attacca la nave di Beckett e Jack ne approfitta per fuggire. In seguito la Perla Nera e l'Empress sfuggono alla nave di Cutler Beckett per raggiungere la Baia dei Relitti, il luogo dove si incontrano i Pirati Nobili.

La Baia dei Relitti e la battaglia del maelstrom

"Aye. Il vento è dalla nostra parte, ragazzi! Non ci serve altro!"
―Joshamee Gibbs alla ciurma della Perla Nera[src] (traduzione letterale)
325px-Gibbs, Lizzie, and Hector

Joshamee Gibbs durante il Consiglio della Fratellanza.

In seguito la Perla Nera raggiunge l'Isola dei Relitti e Gibbs è presente durante il quarto Consiglio della Fratellanza quando viene presa la decisione di coalizzarsi contro l'armata di Beckett. Inoltre durante il consiglio, Joshamee racconta a Pintel l'origine dei pezzi da otto.

Il giorno dopo, quando la flotta dei pirati si prepara a combattere contro l'armata della Compagnia delle Indie Orientali, Gibbs partecipa alla liberazione di Calypso a bordo della Perla Nera. Più tardi Joshamee Gibbs partecipa alla battaglia del maelstrom di Calypso durante la quale resta a combattere a bordo della Perla Nera facendo preparare i cannoni e combattendo contro l'equipaggio dell'Olandese Volante e i soldati della Compagnia delle Indie. Gibbs riesce a sopravvivere alla battaglia. Dopo la sconfitta dell'Olandese e l'uccisione di Jones, la Perla e l'Olandese Volante, il cui nuovo capitano è William Turner, sconfiggono l'HMS Endeavour, la nave di Backett che muore nell'esplosione. Joshamee Gibbs festeggia la vittoria assieme agli altri pirati.

Nuovi orizzonti

350px-Jack and Gibs

Gibbs e Jack a Tortuga

Joshamee Gibbs: "Dritti alla meta..."
Jack Sparrow: "...e conquista la preda."
— Gibbs e Jack si salutano prima di prendere strade diverse[src]

Qualche settimana dopo, Gibbs si reca con Jack e Barbossa a Tortuga a bordo della Perla Nera. Jack si è riunito a Scarlett e Giselle e ha promesso loro di portarle a fare un giro sulla sua nave. Tuttavia Capitan Sparrow, arrivato al molo, scopre che la Perla Nera è salpata e al suo posto si trova ormeggiata una scialuppa. Sul molo c'è anche Gibbs che sta dormendo. Jack lo sveglia mettendolo al corrente dell'accaduto. Dopo una breve discussione tra Jack, Scarlett e Giselle, Gibbs e Jack si salutano per prendere strade diverse. Gibbs va via con Giselle e Scarlett e inizia a parlare loro delle tartarughe marine.

La cerca della Fonte della Giovinezza (1750)

Pettegolezzi

Jack Sparrow: "Che ti è capitato, Gibbs? Credevo che tu avessi un altro lavoro, che avessi altre faccende. "
Joshamee Gibbs: "Aye. Ma sono rimasto ad orecchie aperte riguardo alla Perla Nera. Nessuno sapeva dove avesse fatto porto. Poi mi è giunta una voce: Jack Sparrow è a Londra con una nave e recluta una ciurma."
Jack Sparrow e Joshamee Gibbs[src]

Nei 20 anni successivi, Joshamee trova una nuova occupazione, pur rimanendo ad orecchie aperte riguardo alla Perla Nera. Tempo dopo Gibbs sente alcune voci che dicono che Jack Sparrow è alla ricerca della Fonte della Giovinezza e che è andato a Londra per reclutare una ciurma nella taverna La Figlia del Capitano.

Londra

Gibbs sotto processo

Joshamee Gibbs sotto processo nel tribunale di Old Bailey.

Nella primavera del 1750, Gibbs si dirige quindi a Londra per cercare Jack Sparrow,ma tuttavia lui viene scambiato per Sparrow e rinchiuso in prigione. Poi Gibbs viene messo sotto processo. Il giudice del processo è il giudice Smith e una grande folla di persone che assistono al processo aspettano che Gibbs (che credono sia Jack Sparrow) venga condannato a morte e impiccato. Gibbs capisce che il giudice è in realtà Jack Sparrow che si è travestito da giudice e lo chiama Jack. Alla fine del processo Jack condanna Gibbs non a morte, ma al carcere a vita. Gibbs viene rinchiuso in un carro diretto alla Torre di Londra e nel carro si fa rinchiudere anche Jack Sparrow.

Jack e Gibbs nel carro

Jack Sparrow e Joshamee Gibbs nel carro carcerario.

Jack gli dice di aver pagato il conducente per farli uscire da Londra. Durante il tragitto, Gibbs informa Jack che girano delle voci secondo le quali Jack Sparrow è andato a Londra e sta reclutando una ciurma al pub La Figlia del Capitano. I due deducono che si tratta di un impostore che deve avere una nave. Poi Gibbs da un'occhiata alla mappa di Mao Kun e chiede a Jack se vuole trovare la Fonte della Giovinezza e Jack gli dice che è deciso più che mai ad assaggiare le acque della Fonte. Quando il carro si ferma, Jack e Gibbs si ritrovano nel cortile di St. James's Palace, il palazzo di Re Giorgio II, dove un'intera guarnigione di soldati britannici li circonda. Prima che Jack Sparrow venga prelevato da due soldati e trascinato nel palazzo, Gibbs riesce furtivamente a sfilargli dalla tasca la mappa di Mao Kun. Gibbs rimane nel carro che lo porta alla Torre di Londra dove viene rinchiuso in cella.

La Torre di Londra

Joshamee Gibbs: "Ho avuto tutto il tempo di studiare quei cerchi infernali. Ogni rotta, ogni destinazione. Tutto al sicuro...qui dentro."
Hector Barbossa: "Bentornato nella Marina di Sua Maestà, Mastro Gibbs."
— Joshamee Gibbs dopo aver bruciato la mappa di Mao Kun[src]
350px-OSTGibbsBarbossaJackbeheaded

Joshamee Gibbs con Hector Barbossa alla Torre di Londra.

Quella sera Joshamee viene portato nel cortile della Torre di Londra dove incontra Hector Barbossa, ora un corsaro al servizio del Re, che gli chiede dove sia Jack Sparrow, che era scappato dal palazzo. Poiché Gibbs indugia a rispondere, Capitan Barbossa fa preparare il cappio per impiccarlo, ma Gibbs rivela di essere in possesso della mappa di Mao Kun, con la rotta alla Fonte della Giovinezza. Quando Barbossa gli ordina di consegnargliele, Joshamee le getta a terra e le brucia con una lanterna, dicendo di aver memorizzato la rotta. Quindo Barbossa è costretto a reclutarlo a bordo della HMS Providence.

A bordo della HMS Providence

CiurmadellaHMSProvidence

Gibbs con Hector Barbossa a bordo della HMS Providence.

Gibbs viene portato a bordo della HMS Providence e qui Barbossa lo consulta frequentemente come navigatore per assicurarsi l'esattezza della rotta. Un giorno, navigando nell'Atlantico, la Providence incontra tre galeoni dell'Armada Española. Capitan Barbossa fa preparare la nave per la battaglia con gli spagnoli, tuttavia i galeoni spagnoli superano la Providence senza aprire fuoco. Allora Barbossa dice che loro non valgono neanche il tempo di essere attaccati e ordina alla ciurma di dare più vela. Durante la navigazione, forse sperando un conseguente ammutinamento contro gli ufficiali per potersi liberare, Joshamee Gibbs sparge tra gli uomini le sue superstizioni e paure riguardo alle sirene, creature mostruose che vivono a Whitecap Bay. Queste paure, vengono però attenuate da Barbossa che incoraggia gli uomini ad essere valorosi e coraggiosi come veri uomini del Re.

Whitecap Bay

"La tua testa o la mia rotta. Avrò l'una o l'altra, non mi interessa quale."
Hector Barbossa a Joshamee Gibbs[src] (traduzione letterale)
350px-GibbsfacesBarbossapistol

Gibbs minacciato da Hector Barbossa a Whitecap Bay

Giorni dopo, la Providence raggiunge Whitecap Bay. Barbossa scende a terra con Gibbs, Gillette, Theodore Groves e alcuni membri della ciurma. La maggior parte della ciurma, invece, resta a bordo della nave in attesa di un secondo sbarco. Mentre sono a terra, le sirene attaccano la Providence e Barbossa chiede a Gibbs di calcocare una rotta, ignorando le opposizioni di Groves che insiste sul tornare alla nave per salvare gli uomini. Mentre la HMS Providence affonda, Gibbs, Barbossa e gli altri si rimettono in viaggio.

Attraverso le giungle della Florida

Gibbs e Jack nella foresta

Joshamee Gibbs con Jack Sparrow nella foresta della Florida.

Dopo un'intera giornata di cammino nelle fitte foreste della Florida, Barbossa si separa dall'equipaggio per raggiungere la Santiago, la nave di Juan Ponce de Lèon ,dove si trovano i calici di Cartagena necessari al rituale profano della Fonte della Giovinezza. Capitan Barbossa torna poi dalla sua ciurma con Jack Sparrow e insieme hanno scoperto che i calici sono già stati presi dagli spagnoli. Mentre camminano per le foreste, Jack rivela a Gibbs di aver provato dei sentimenti per Angelica in passato. Più tardi loro raggiungono le rovine del Forte San Miguel, dove gli spagnoli hanno posto il loro accampamento. Barbossa ordina alla ciurma di intervenire quando lui gli farà un segnale e poi va con Jack nell'accampamento. In seguito Jack e Barbossa tornano dall'accampamento con i calici e poi fuggono per raggiungere Barbanera.

Il recupero della bottiglia con la Perla Nera

Jack negozia con Mr. Barba

Joshamee Gibbs tiene a bada il maiale mentre Jack negozia con Barbanera.

Il giorno dopo Jack si ricongiunge con Barbanera, Angelica e la ciurma di Barbanera e con lui c'è anche Gibbs che tiene un maiale al quale sono legati i calici d'argento. Jack rivela di aver recuperato i calici ma non intende consegnarli a Barbanera se quest'ultimo non accetterà le seguenti condizioni: ad Angelica non dovrà essere fatto alcun male, a Jack dovrà ritornare la sua bussola e Gibbs dovrà essere lasciato libero. Barbanera accetta e Gibbs lascia andare il maiale e prende i calici per poi consegnarli a Barbanera. Poi Jack consegna a Gibbs la sua bussola dicendogli che lo guiderà verso la libertà.

Mentre Jack va con Barbanera e gli altri alla Fonte della Giovinezza Gibbs riesce a trovare la Queen Anne's Revenge, la nave di Barbanera. Gibbs usa la stessa manovra usata una volta in Nuova Guinea con gli uomini di Barbanera rimasti a guardia della nave. Gibbs trova poi la cabina dove ci sono tutte le navi rinchiuse in bottiglia da Barbanera, compresa la Perla Nera. Poi Gibbs se ne va dalla Queen Anne's Revenge prima che Barbossa vi fa ritorno con la sua nuova ciurma dopo aver colpito a morte Barbanera.

Ritorno alla pirateria

Libertà

350px-JackEverymorsel

Gibbs con Jack sulla spiaggia di un'isola

Dopo che Jack abbandona Angelica su un'isola, Gibbs e il suo capitano si ricongiungono. Joshamee dice a Jack di aver recuperato la bottiglia con la Perla Nera, mostrandogliela. Inoltre Gibbs gli rivela di aver anche preso le altre navi rinchiuse in bottiglia da Barbanera. I due si interrogano su come far tornare la Perla alle sue dimensioni naturali, ma non avendo alcuna idea, i due passeggiano sulla spiaggia parlando delle loro intenzioni future. Jack Sparrow ha intenzione di continuare la sua vita da pirata e Gibbs decide di seguire le sue sorti.

Un nuovo inizio

Jack e Gibbs reclutarono una nuova ciurma e per l'anno successivo intrapresero diverse avventure alla ricerca di tesori mitici come l'oro di Re Mida e il tesoro dei Macedoni, che tuttavia si rivelarono essere di poco valore. Jack e la sua ciurma si stabilirono sull'isola di Saint Martin prendendo come quartier generale un vecchio cantiere navale abbandonato, in cui si trovava in secca un vecchio sloop, il Dying Gull (Gabbiano Morente). I pirati fecero dello sloop la loro nave ma temendo che fosse troppo malridotta per galleggiare la lasciarono nel cantiere sulla spiaggia.

Tempi difficili (1751)

Marty Gibbs Scrum

Marty, Gibbs e Scrum si preparano a rubare la cassaforte della banca.

Nel 1751, un anno dopo la battaglia per la Fonte della Giovinezza, Capitan Sparrow, Gibbs e la ciurma, sempre stanziati sull'isola di Saint Martin, decisero di rapinare la nuova Regia Banca della città britannica di Saint Martin il giorno della sua inaugurazione. La mattina dell'inaugurazione, Joshamee e gli altri legano la cassaforte blindata della banca a un gruppo di 12 cavalli. Jack, ubriaco, lascia accidentalmente aperta la porta della cassaforte, così, mentre essa viene trascinata dai cavalli, tutto il denaro esce dalla cassaforte. Per questo motivo, infatti, la rapina non termina a buon fine.

Dying Gull crew

Joshamee Gibbs e la ciurma del Dying Gull discutono con Jack Sparrow.

Giunti alla base, la ciurma si accorge che la cassaforte è vuota e perciò accusa Jack di essere divenuto un fallito. Joshamee non insulta apertamente Jack, ma gli dice solamente di non essere più quello di un tempo, essendo ultimamente sempre soggetto alla sfortuna e che i tempi delle vecchie avventure sono ormai finiti. Gibbs e il resto della ciurma si licenziano e abbandonano Jack, che cade in disgrazia.

La cerca del tridente di Poseidone (1751)

Salvare Jack Sparrow

Il giorno seguente, il giovane Henry Turner (figlio di William Turner Jr. e di Elizabeth Swann), promettendogli un pagamento, convince Gibbs e la ciurma ad aiutarlo a salvare Jack Sparrow, che nel frattempo era stato fatto prigioniero e condannato a morte. Lo scopo di Turner è liberare Sparrow e Carina Smyth, un'astronoma accusata ingiustamente di stregoneria, affinché lo aiutino a trovare il mitico tridente di Poseidone, un oggetto che avrebbe potuto liberare suo padre Will dalla maledizione dell'Olandese Volante.

We won't pay more than five

Joshamee Gibbs discute con Jack Sparrow sul pagamento per averlo salvato.

Il giorno dell'esecuzione, Gibbs e la ciurma usano un cannone per distruggere la ghigliottina a cui Jack è legato. Fatto ciò, Gibbs libera Sparrow e combattono contro i Royal Marines. La ciurma salva poi anche Carina Smyth, una ragazza accusata di stregoneria che dice di essere l'unica a saper leggere la mappa per trovare il tridente. Jack, Henry, Carina e la ciurma riescono a fuggire dalla città e tornare al cantiere abbandonato dove si preparano a partire.

In viaggio verso il tridente

Gibbs, Jack, Bollard

Joshamee Gibbs, Jack Sparrow e Bollard a bordo del Dying Gull.

Capitan Sparrow e la sua ciurma con Henry Turner e Carina Smyth fatti prigionieri, salpano da Saint Martin con il Dying Gull, che, nonostante il suo aspetto malandato, si rivela essere ancora in grado di navigare. Dopo alcuni giorni di navigazione, Gibbs e la ciurma vengono a sapere di essere inseguiti dalla Silent Mary, una nave fantasma il cui equipaggio di fantasmi, guidato da Capitan Armando Salazar, sta dando la caccia a Jack Sparrow con l'intenzione di ucciderlo. La ciurma è adirata con Jack e lo accusa di averli condannati tutti a morte certa. I pirati minacciano di uccidere Sparrow, Turner e Smyth, ma Jack riesce a convincerli ad ammutinarsi abbandonando lui e i due prigionieri sull'isola più vicina. La ciurma accetta e Gibbs, il più vecchio della ciurma, viene eletto nuovo capitano del Dying Gull. Arrivati presso l'isola di Hangman's Bay, Gibbs e la ciurma lasciano Jack, Henry e Carina su una scialuppa al largo della costa per poi cambiare rotta ed allontanarsi il più velocemente possibile dalla Silent Mary.

Capitan Gibbs

Joshamee Gibbs, capitano del Dying Gull.

Poche ore dopo, il Dying Gull viene intercettato dalla HMS Essex, una nave da guerra britannica salpata da Sain Martin per arrestare loro e Sparrow. Gibbs, temendo delle conseguenze, lascia il grado di capitano a Scrum, dicendo falsamente come scusa che Jack avrebbe voluto Scrum come capitano in caso di pericolo. Dopo che i pirati vengono catturati, Scrum, essendo il capitano, viene pesantemente picchiato dai soldati prima di venire rinchiuso assieme a Gibbs e al resto della ciurma nelle celle della nave.

Il ritorno sulla Perla Nera

Gibbs avvista PN

Joshamee Gibbs avvista la Perla Nera.

Durante la notte, Joshamee e la ciurma riescono ad evadere dalla cella forzando la serratura con un unghia del piede di Scrum. Inoltre, pur essendo su una nave da guerra con un equipaggio di circa 800 uomini, riescono inspiegabilmente ad ottenere una scialuppa senza essere visti. Gibbs e la ciurma riescono poi a raggiungere la Perla Nera, una delle navi più veloci del mondo, in pochi minuti su una piccola scialuppa a remi ed il tutto senza essere visti dalla Essex che stava navigando anch'essa verso la Perla.

Ciurma DG arrembaggio PN

La ciurma del Dying Gull all'arrembaggio della Perla Nera.

Gibbs e gli altri abbordano la Perla Nera, dove si ritrovano nel bel mezzo di una battaglia tra la ciurma pirata di Hector Barbossa e la ciurma fantasma della Silent Mary. La ciurma del Dying Gull si unisce alla ciurma di Barbossa contro i fantasmi di Salazar. Durante la battaglia, Gibbs duella con un fantasma e riesce a tenergli testa. La ciurma combatte contro i fantasmi finché le navi non arrivano a Black Rock Island, costringendo Salazar e i suoi a ritirarsi, essendo impossibilitati a scendere a terra.

Gibbs timone PN

Joahamee Gibbs al timone della Perla Nera.

Dopo la distruzione del tridente di Poseidone, le acque del mare che si erano divise per rivelare la Tomba di Poseidone cominciano a richiudersi, mettendo Jack Sparrow, Henry Turner e Carina Smyth in pericolo di affogare. Barbossa ordina alla ciurma di calare l'ancora di babordo nella Tomba di Poseidone per permettere a Jack, Henry e Carina di arrampicarsi e tornare in superficie. Barbossa stesso si fa calare con l'ancora per aiutare il trio ad arrampicarsi. Durante l'operazione di salvataggio, Gibbs sta al timone della Perla Nera, assicurandosi di navigare proprio sul bordo della Tomba.

Gibbs omaggia Barbossa

Joshamee Gibbs omaggia Hector Barbossa dopo la sua morte.

Mentre il gruppo si sta arrampicando, anche Salazar si aggrappa all'ancora e si avvicina minacciosamente a Jack e gli altri ma Barbossa molla la presa della catena e trafigge Salazar alla schiena, sacrificandosi per salvare Carina, sua figlia. Quando Jack, Henry e Carina tornano in superficie, tutta la ciurma rende onore al defunto Capitan Barbossa per il gesto eroico. Anche Gibbs, che mai era andato d'accordo con Barbossa, si porge una mano sul cuore in segno di rispetto.

Di nuovo sotto il comando di Jack Sparrow

Gibbs finale DMTNT

Joshamee Gibbs, primo ufficiale della Perla Nera per la seconda volta.

Dopo aver riaccompagnato Henry e Carina in Giamaica, Gibbs e la nuova ciurma (composta dalla vecchia ciurma di Barbossa e dalla ciurma del Dying Gull) acclamano Jack come legittimo capitano della Perla Nera. Dopo aver imparato di dover avere fiducia in Jack di nuovo, il fedele primo ufficiale Joshamee Gibbs salpa assieme a Capitan Jack Sparrow e la ciurma a bordo della Perla Nera verso l'orizzonte. Il fato di Gibbs è ignoto.

Personalità e descrizione

Personalità e carattere

Durante tutta la sua vita, Joshamee Gibbs era un uomo molto superstizioso sebbene acuto e molto intelligente. Quando lavorava al servizio della Royal Navy Britannica egli era tanto terrorizzato dai pirati che pensò che l'unico modo per sconfiggere questa paura fosse proprio diventare un pirata. Gibbs aveva una vasta cultura di tutte le storie e tradizioni piratesche e una profonda attenzione verso il Codice Piratesco anche se talvolta si ritrovò ad aggirarne le leggi. Nonostante la sua forte superstizione, Joshamee talvolta manifestava scetticismo riguardo all'esistenza di alcune creature mitologiche come il Kraken o le sirene. Tuttavia era come se lui cercasse di convincere se stesso, così come i suoi compagni, che quelle creature erano solo leggende.

Il rapporto che traspare tra Gibbs e Sparrow è molto particolare: infatti è l'unico uomo di cui Jack pare fidarsi realmente, nonostante sovente vi siano tra loro motivi di scontro; a sua volta Gibbs è l'unico uomo realmente fedele a Jack. È probabilmente l'unico personaggio che conosce la storia di Jack Sparrow, e ciò è dimostrato dalla loro grande amicizia.

Come ogni pirata che si rispettasse, Joshamee Gibbs era un vero amante del rum, tanto che portava sempre con sé una piccola fiaschetta in cuoio contenente rum o altre bevande alcoliche come whisky. Occasionalmente, Joshamee dormiva con un orsacchiotto di peluche.

Aspetto fisico

Joshamee Gibbs era un uomo di 1,78 m di corporatura robusta. Aveva i capelli castani col passare degli anni divenuti grigi che teneva legati in una treccia ed era riconoscibile per portare due basette che gli arrivavano fino al mento. Abituato alla vita di coperta, l'abbigliamento di Gibbs era molto spartano. Durante la sua carriera da pirata, sopra una semplice camicia bianca Gibbs indossava la sua vecchia giacca blu che aveva durante gli anni al servizio della Marina Britannica, a cui però aveva strappato le maniche. Egli indossava poi dei pantaloni bianchi e un paio di stivali neri, anche se talvolta, a bordo delle navi, girava a piedi nudi.

Dietro le quinte e curiosità

  • Joshamee Gibbs è stato interpretato da Kevin McNally in tutti i film di Pirati dei Caraibi. In italiano è stato doppiato da Saverio Indrio.
  • Il cognome di Gibbs è probabilmente basato su Charles Gibbs, un pirata americano del XIX secolo.
  • Terry Rossio ha definito Gibbs come il personaggio più virtuoso della saga.
  • Nel videogioco Pirati dei Caraibi: Ai Confini del Mondo Gibbs resta a bordo della Perla Nera dopo il secondo ammutinamento di Barbossa contro Jack Sparrow.
  • In Ai Confini del Mondo, che è ambientato nel 1729, Gibbs viene visto dormire con un orsacchiotto di peluche. Tuttavia gli orsi di peluche sono stati inventati nel 1902.
  • Gibbs è uno dei quattro personaggi che appaiono in tutti gli episodi della saga cinematografica. Gli altri tre sono Jack Sparrow, Hector Barbossa e la scimmia Jack.

Note e fonti

  1. In base all'età di Kevin McNally durante le riprese di La Maledizione della Prima Luna, ambientato nel 1728. McNally aveva 46 anni durante le riprese del film, avvenute tra il 28 ottobre 2002 e il 7 marzo 2003, il che pone la nascita di Gibbs nel 1682.