FANDOM


Preceduto da:

Cattura dell'Interceptor

Seguito da:

Distruzione dell'Edinburgh Trader

BATTAGLIA DELL'ISLA DE MUERTA
Battaglia dell'Isla de Muerta
Conflitto:

Tentativo di spezzare la maledizione del tesoro azteco di Cortés

Data:

1728

Luogo:

Isla de Muerta

Esito:

Decisva vittoria della ciurma della HMS Dauntless

Schieramenti

RNBlueEnsign (1)

Ciurma della
HMS Dauntless

Calico Jack flag

Ciurma della
Perla Nera

Sparrow flag

Ciurma di Jack Sparrow
Comandanti

James Norrington
Gillette

Hector Barbossa
Bo'sun

Joshamee Gibbs

Partecipanti

Circa 800 Royal Marines

Ciurma maledetta

Una dozzina di pirati

Perdite

Molti soldati e marinai uccisi

Hector Barbossa
Koehler
Weatherby
Jacoby
Monk
Tutti i sopravvissuti catturati
La Perla Nera catturata dalla ciurma di Jack Sparrow

Jack Sparrow catturato dalla Royal Navy Britannica

  [Source]

La battaglia dell'Isla de Muerta fu una battaglia tra l'equipaggio della HMS Dauntless e la ciurma pirata maledetta della Perla Nera svoltasi all'Isla de Muerta (Mar dei Caraibi) nel 1728. Fu in questa battaglia che la maledizione dell'oro azteco fu spezzata.

Dopo essere stati recuperati da un'isola deserta in cui erano stati abbandonati, Jack Sparrow ed Elizabeth Swann navigarono con il Commodoro James Norrington a bordo della HMS Dauntless all'Isla de Muerta per salvare William Turner Jr. dalla ciurma maledetta di Capitan Hector Barbossa prima che venisse ucciso per spezzare la maledizione del tesoro azteco di Cortés. Barbossa stava per uccidere Will quando Jack lo avvertì che la Dauntless era arrivata, e propose di aspettare a spezzare la maledizione fino a dopo aver ucciso gli uomini di Norrington. Mentre i pirati maledetti attaccavano la Dauntless, Jack si rese immortale rubando anch'egli una moneta dal tesoro azteco maledetto e ingaggiò con Barbossa un'epica battaglia nelle caverne dell'isola mentre Will combatté contro gli uomini di Barbossa rimasti sull'isola. Nel frattempo, Elizabeth aiutò i membri sopravvissuti dell'equipaggio di Jack dell'Interceptor a prendere la Perla Nera prima di andare sull'isola per salvare Will. Alla fine della battaglia, Will spezza la maledizione permettendo a Jack di uccidere Barbossa sparandogli. A bordo della Dauntless, Norrington e i suoi Royal Marines ebbero la meglio sui pirati di Barbossa ora non più immortali.

 Antefatti Modifica

La ciurma pirata della Perla Nera, dopo essersi ammutinata contro il loro ex capitano Jack Sparrow, aveva trovato, sotto il comando di Hector Barbossa, il nuovo capitano, il leggendario tesoro azteco di Cortés sulla misteriosa Isla de Muerta. Siccome il tesoro era maledetto, Barbossa e i suoi uomini, per averlo violato, vennero maledetti per l'eternità. La maledizione li rendeva immortali ma non avrebbero potuto provare alcuna sensazione o piacere della vita, rendendoli, di fatto, dei morti viventi. L'unico modo per spezzare la maledizione era restituire tutte le 882 monete d'oro con un tributo di sangue di chi le avesse prese dal forziere.

In 10 anni, la ciurma riuscì a recuperare tutte le monete meno una, quella che apparteneva a Sputafuoco Bill Turner, un membro della ciurma che aveva detto che loro si meritavano di essere maledetti per essersi ammutinati contro Sparrow. Sputafuoco era stato legato ad un cannone e gettato nell'oceano ma non prima di aver consegnato il suo medaglione a suo figlio. Capitan Barbossa e i suoi pirati cercarono quindi l'ultimo medaglione e l'erede di Turner.

In un attacco alla città di Port Royal, la ciurma riuscì a trovare il medaglione e catturo una ragazza che diceva di chiamarsi Elizabeth Turner (in realtà Elizabeth Swann). Credendo che fosse l'erede di Sputafuoco, la ciurma la rapì per portarla all'Isla de Muerta dove restituirono la moneta al forziere con un tributo di sangue di Elizabeth. Poiché la maledizione non si spezzò, Barbossa comprese che Elizabeth non era la figlia di Sputafuoco. Elizabeth, dopo essersi ripresa il medaglione, riuscì a scappare con l'aiuto di William Turner Jr. (figlio di Sputafuoco), un fabbro di Port Royal che era innamorato di lei da anni. Turner aveva rubato una nave della Royal Navy Britannica, HMS Interceptor, e raggiunto l'Isla de Muerta per salvare Elizabeth grazie a Jack Sparrow, che voleva riottenere la Perla Nera e vendicarsi di Barbossa. Will ed Elizabeth fuggirono a bordo dell'Interceptor con la ciurma pirata di Sparrow. Quest'ultimo tuttavia non riuscì a scappare rimanendo sull'isola e venendo catturato da Barbossa e i suoi che partirono con la Perla Nera per inseguire l'Interceptor e riottenere il medaglione.

L'Interceptor venne catturato e distrutto (vedi in dettaglio: Cattura dell'Interceptor) e Barbossa e i suoi riuscirono a riottenere il medaglione. William Turner venne catturato ed Elizabeth Swann e Jack Sparrow vennero abbandonati su una piccola isola deserta da cui sarebbero stati recuperati il giorno seguente dalla HMS Dauntless, sotto il comando del Commodoro James Norrington. Elizabeth convinse Norrington a tornare all'Isla de Muerta per salvare Will.

Prima della battaglia Modifica

Ritorno all'Isla de Muerta Modifica

La Perla Nera ritorna all'Isla de Muerta e William Turner viene condotto nella caverna dove si trova il tesoro affinché il suo sangue verrà versato come tributo agli dei pagani al posto di quello di suo padre. Nello stesso momento anche la HMS Dauntless, orgoglio della Marina del Re, arriva all'Isla de Muerta. Elizabeth viene rinchiusa nella cabina del commodoro per evitare pericoli. I tentativi della ragazza di avvertire gli ufficiali sono inutili poiché nessuno crede a una maledizione che rende immortali i pirati.

Royal Navy fuori da Isla de Muerta

La ciurma della Dauntless appostata appena fuori dall'entrata della caverna.

Jack Sparrow sale a bordo delle scialuppe assieme al Commodoro Norrington e ai suoi soldati. Il pirata consiglia di attendere che i pirati escano dalla grotta per scaricargli addosso le cannonate dalla Dauntless. Norrington autorizza Sparrow ad entrare da solo nella grotta per convincere Barbossa e i suoi ad uscire dalla grotta ma, non fidandosi di Sparrow, decide di tendere l'imboscata appena fuori dall'ingresso della caverna a bordo delle scialuppe al posto che dalla Dauntless.

Patto fra capitani Modifica

Accordo Barbossa Jack a Isla de Muerta

Hector Barbossa e Jack Sparrow stringono il loro accordo.

Un attimo prima che Barbossa si accinga a tagliare la gola a Will, Jack fa il suo ingresso nella caverna. Egli rivela a Capitan Barbossa che la Royal Navy lo aspetta a bordo della Dauntless con i cannoni pronti a far fuoco, non sapendo che in realtà Norrington e i suoi soldati sono appostati appena fuori dall'ingresso della caverna. Sparrow propone a Barbossa di aspettare a spezzare la maledizione per mandare i suoi pirati maledetti ad attaccare la Dauntless e ad impadronirsene facilmente. Allora Jack e Hector stringono un accordo con questi termini:

  • I pirati maledetti attaccheranno la Dauntless e uccideranno Norrington e i suoi uomini.
  • Barbossa terrà per sé la possente nave reale come ammiraglia e lascerà la Perla Nera a Jack che tuttavia dovrà navigare sotto i suoi colori.
  • Sparrow lavorerà per Barbossa e gli darà il 25% dei suoi bottini.
  • Will resterà in vita, ma solo il tempo necessario a conquistare la Dauntless.

Al chiaro di luna Modifica

Marcia sott'acqua

La ciurma maledetta marcia sui fondali sotto la HMS Dauntless.

Hector Barbossa accetta e ordina ai suoi uomini di mettersi in marcia. Jack si aspettava che i pirati prendessero le scialuppe per andare incontro alla Royal Navy e così il suo piano trova delle complicazioni. La ciurma maledetta entra in acqua e, illuminati dalla luce della luna, camminano sul fondo del mare per attaccare la nave da guerra silenziosamente e cogliere i soldati di sorpresa. Due pirati, Pintel e Ragetti, vengono mandaati vestiti con abiti femminili rubati a Port Royal a bordo di una scialuppa per distrarre l'equipaggio della Dauntless.

La fuga di Elizabeth Swann Modifica

Elizabeth fugge dalla Dauntless

Elizabeth Swann fugge dalla HMS Dauntless.

Elizabeth non ha intenzione di lasciare Jack Sparrow da solo con i pirati: sa bene che potrebbe scambiare senza esitazione la vita di Will per la Perla Nera. Rinchiusa nella cabina della Dauntless, la ragazza lega insieme bandiere e tovaglie, scende dai ponti del cassero di poppa e fugge con una scialuppa di salvataggio che era legata a poppa.

La battaglia Modifica

Assalto alla HMS Dauntless Modifica

Gillette ShootingCursedCrew

L'attacco della ciurma maledetta a bordo della Dauntless.

I pirati dannati si arrampicano sulle cime dell'ancora per raggiungere la Dauntless e salgono a bordo in silenzio colpendo alle spalle i soldati, cogliendoli impreparati. Il tenente di vascello Gillette si trova di fronte un'orribile visione: il ponte invaso da mostruosi pirati con abiti laceri, carni in decomposizione e armi in pugno. A bordo scoppia la battaglia. Nonostante debbano affrontare un folto gruppo di nemici spietati e sanguinari, impossibili da abbattere sia con le armi da fuoco sia con le sciabole, Gillette e gli altri soldati e marinai non cedono alla paura e contrastano gli avversari in una mischia furiosa, resistendo strenuamente. Dalla Dauntless viene suonato l'allarme con la campana che allerta Norrington e i soldati sulle scialuppe. Immediatamente il Commodoro Norrington e i suoi remano a tutta velocità in soccorso della nave. Tuttavia, Pintel, Ragetti e pochi altri pirati, accedono al ponte di batteria della Dauntless ed iniziano a fare fuoco con i cannoni sulle scialuppe di Norrington ed i suoi uomini, per affondarli. Nonostante ciò, il Commodoro e i suoi soldati riescono ad evitare le cannonate e abbordano la loro stessa nave per poi unirsi alla battaglia contro la ciurma maledetta.

Scontro sull'isola Modifica

Will vs Jacoby e Weatherby

Will Turner combatte contro Jacoby e Weatherby.

Su Isla de Muerta tutto sembra procedere come previsto: Will Turner è ancora vivo ma prigioniero, mentre Barbossa attende che i suoi conquistino la Dauntless. Della ciurma maledetta sono rimasti solo Jacoby, Monk e Weatherby. Al''improvviso, Jack Sparrow spinge Monk nell'acqua, rubandogli la spada e lanciandola a Will che si libera e inizia a combattere con Jacoby, Weatherby e Monk. Grazie alla sua esperta abilità di spadaccino, Turner riesce a tenere testa a tutti e tra gli avversari contemporaneamente, la cui abilità con la spada è decisamente inferiore. Jacoby si serve anche delle sue granate per cercare di uccidere Will che, muovendosi rapidamente, riesce ad evitarle.

Barbossa maledetto vs Jack maledetto

Hector Barbossa e Jack Sparrow, entrambi maledetti, duellano.

Jack, invece, ingaggia un duello con Hector Barbossa. Capitan Barbossa, sicuro di vincere grazie alla sua immortalità, getta la spada a terra e Jack, cogliendo l'occasione, lo infilza. Come niente fosse, Hector estrae la lama dal proprio petto e trafigge Sparrow. Allora Jack, arrivando sotto i raggi della luna, rivela di aver rubato anche lui una delle 882 dal forziere e di essere divenuto anche lui maledetto. I due riprendono allora a combattere. L'abilità di Barbossa con la spada è superiore a quella di Sparrow, così come la sua aggressività, ma ora che entrambi sono immortali il risultato dello scontro sembra imprevedibile.

Il recupero della Perla Nera Modifica

LizandMotleyCrew

A bordo della Perla Nera, Elizabeth Swann cerca di convincere la ciurma di Sparrow ad aiutare Jack e Will.

Nel frattempo, Elizabeth arriva a bordo della Perla Nera a bordo della quale sono rimasti solo due pirati di guardia: Mallot e Grapple. Silenziosa e furtiva, la ragazza vien assalita dalla scimmia Jack che cerca di spaventare la ragazza. Miss Swann non si lascia intimidire e getta l'animale fuori bordo. La ragazza libera la ciurma dell'Interceptor e insieme scaraventano fuori bordo Grapple e Mallot. Quando Elizabeth chiede aiuto alla ciurma per aiutare Will e Jack nella grotta, Gibbs e gli altri si rifiutano. Ora hanno la Perla e inoltre, secondo il Codice Piratesco, "chi indietro rimane, indietro viene lasciato". Gli uomini di Sparrow si allontanano con la Perla Nera lasciando che la ragazza sbarchi da sola sull'Isla de Muerta.

L'ultimo colpo Modifica

Will spezza la maledizione

William Turner spezza la maledizione.

Elizabeth raggiunge la caverna dell'isola dove si unisce con Will a combattere contro Weatherby, Jacoby e Monk mentre il duello tra Jack e Barbossa continua senza sosta. Will ed Elizabeth fanno esplodere Jacoby Weatherby e Monk con una granata alla cui detonazione, i tre pirati saltano in aria. L'esplosione distrae Barbossa. Sparrow, velocissimo, coglie l'occasione per sporcare con il suo sangue la moneta che ha rubato dal forziere di Cortés e lanciarla a Will Turner che anche lui sta per gettare nel forziere l'ultimo pezzo mancante, macchiato del proprio sangue.

"Sento...freddo."
―Le ultime parole di Hector Barbossa[src]
H. Barbossa morto

Hector Barbossa morto.

Hector Barbossa, colto di sorpresa, punta la pistola su Elizabeth ma è Jack Sparrow a fare fuoco per primo. Will lascia cadere le due monete nel forziere di pietra e la maledizione viene annullata: in quell'istante tutti i dannati - la ciurma della Perla, Jack e Hector - tornano umani. E la pallottola conficcata nel cuore, quella pallottola che Capitan Sparrow ha conservato dal giorno dell'ammutinamento, uccide Capitan Barbossa che dopo 10 anni recupera i sensi, ma solo per sentire il freddo abbraccio della morte.

La fine della maledizione Modifica

Ciurma maledetta si arrende

I pirati di Barbossa, ora non più maledetti, si arrendono.

Nello stesso istante, a bordo della Dauntless, i pirati di Barbossa realizzano di essere ritornati normali e cessano immediatamente di combattere. Koehler accusa il colpo infertogli da James Norrington e cade a terra morto. All'unisono i pirati gettano le armi sul ponte e si arrendono. Norrington e i suoi Royal Marines esultano per la vittoria.

Conseguenze Modifica

Seguire il Codice Modifica

"Se stavi aspettando il momento più opportuno...era quello!"
Jack Sparrow a William Turner Jr. riguardo al rivelare i propri sentimenti ad Elizabeth Swann[src]
Jack con i tesori e Will

Jack Sparrow e Will Turner sull'Isla de Muerta.

Alla fine di tutto, nella caverna del tesoro dell'Isla de Muerta, Elizabeth Swann e William Turner si guardano in silenzio: sono consapevoli dei sentimenti che provano l'uno per l'altra. Ma Elizabeth ora dovrà sposare James Norrington: così aveva promesso in cambio della salvezza di Will, rinunciando a stare con lui. Alle loro spalle, Jack Sparrow passa in rassegna il tesoro dei pirati in cerca di oggetti di particolare valore. Quando è sufficientemente carico di oro, argento, perle e pietre preziose, si ritiene pronto e chiede di essere finalmente riportato alla sua nave, la Perla Nera. Tuttavia scopre che questa non è più attraccata al largo dell'isola. Gibbs, Anamaria, Cotton e gli altri l'hanno portata via rispettando il Codice e facendo il loro interesse. Senza nave né equipaggio, a Jack Sparrow non resta altra scelta che tornare con Will ed Elizabeth a bordo della Dauntless, che fa vela verso Port Royal.

L'impiccagione e la fuga Jack Sparrow Modifica

Will e Jack accerchiati

Will Turner e Jack Sparrow accerchiati a Port Royal.

A Port Royal, giudicato colpevole di pirateria, Jack Sparrow viene condannato al patibolo. Elizabeth non lo ritiene giusto ma, come fa notare suo padre Weatherby Swann, governatore di Port Royal, bisogna rispettare le leggi della Corona. Tuttavia Will Turner, sostenendo che Jack non meriti di morire, dopo aver dichiarato il proprio amore ed Elizabeth, alla presenza del Commodoro Norrington e del Governatore Swann, corre a salvare Jack dall'impiccagione. Dopo aver combattuto con molti soldati, i due vengono circondati. Solo l'intervento di Elizabeth, che rivela a Norrington i suoi sentimenti per Will, salverà i due dall'essere condannati a morte. Norrington, rammaricato, accetta di liberarla dalla sua promessa di matrimonio e Will viene perdonato per il suo atto criminale.

YO HO beviamoci su!

Jack Sparrow, al timone della Perla Nera, salpa verso nuove avventure.

Jack approfitta della situazione per fuggire cadendo dagli spalti di Fort Charles finendo in mare per poi essere recuperato dalla sua vecchia ciurma, guidata da Gibbs, a bordo della Perla Nera tornata per salvarlo. Norrington osserva la la Perla Nera allontanarsi e decide di concedere a Sparrow un giorno di vantaggio. Capitan Jack Sparrow ritorna finalmente al timone della Perla Nera e salpa verso nuove avventure.